Home > Esplora > Itinerari > Le stanze delle matematiche
Le stanze delle matematiche

Il progetto propone la ricostruzione virtuale dell’antica collezione medicea di strumenti scientifici nella sua originaria ubicazione nella Galleria degli Uffizi. Dalla fine del ‘500 alla metà del ‘700 gli strumenti furono custoditi in due ambienti specificamente allestiti nel ‘tempio’ del collezionismo mediceo: il "Terrazzo", concepito come 'Stanza della cosmografia' e affrescato con rappresentazioni cartografiche dei domini medicei, e lo "stanzino delle matematiche", o "stanza dell’architettura militare", allestito su indicazioni di Filippo Pigafetta e decorato da Giulio Parigi con la raffigurazione di alcuni tra i più importanti strumenti astronomici e topografici. Ben cinque inventari di Galleria, dal 1638 al 1769, forniscono le indicazioni necessarie all’individuazione degli strumenti conservati in questi ambienti, molti dei quali ancora presenti nelle sale del Museo di Storia della Scienza. La ricostruzione virtuale di queste stanze, con il relativo catalogo multimediale degli strumenti, ha il duplice scopo di documentare la consistenza dell’antica collezione medicea e di restituire un’immagine quanto più fedele possibile del modo in cui i Granduchi di Toscana ritennero di valorizzare gli strumenti della scienza nel contesto di un percorso ‘museografico’ scandito dai più eccelsi capolavori dell’arte antica e moderna.

Introduzione alle collezioni

La serie di video che si trova sotto la voce "Introduzione alle colelzioni" presenta la storia delle collezioni da Cosimo I (1519-1574) all’attuale raccolta del Museo di Storia della Scienza.

Accedi alla visita

Le tre applicazioni che si trovano sotto la voce "Accedi alla visita" illustrano l’allestimento della collezione nella Galleria degli Uffizi dal 1589, quando Ferdinando I (1549-1609) ordinò la sistemazione della Stanza della Cosmografia, al 1775, quando gli strumenti furono trasferiti nel nuovo Museo di Fisica di Palazzo Torrigiani, attuale Museo “La Specola”.

Per accedere alle visite virtuali la prima volta sono necessari alcuni minuti di attesa per il download.

------------------------

Effettuando l'ingresso al percorso, si aprirà una finestra di dialogo che chiederà all'utente il permesso di installare sul proprio sistema operativo Exhibits Player, il software necessario per effettuare la visita.

------------------------

Exhibits Player è compatibile con i seguenti sistemi operativi:

Windows 98/ME/2000/XP

I requisiti minimi sono:

Microsoft Windows 98/ME/2000/XP

Processore 1400 MHz e 256 MB di RAM

Scheda video Direct3D (64 MB) compatibile DirectX 8.0

Consigliati:

Microsoft Windows XP

Processore 2400 MHz 512 MB di RAM

Scheda video Direct3D (128 MB) compatibile DirectX 9.0c