Biblioteca di Galilæana

La Biblioteca di Galilæana pubblica saggi critici, raccolte documentarie e edizioni di testi attinenti alla vita, all'opera, al contesto culturale e alla fortuna di Galileo.

  • Mottana A.,Galileo e la bilancetta. Un momento fondamentale nella storia dell'idrostatica e del peso specifico, 2017, xvi-208 p. ill. (Biblioteca di Galilaeana; 7).

    Abstract
    Quando Galileo rivitalizzò l’idrostatica di Archimede, dovette inventare una bilancia idonea a trasformare l’esperimento in un numero tramite due pesate: una in aria e una in acqua. Il suo strumento aveva come precedenti la bilancia ad acqua, l’areometro a immersione, il picnometro e una bilancia idrostatica tripla. Il nucleo del libro è la disputa con gli aristotelici fiorentini: essa consentì a Galileo di chiarire le idee idrostatiche in un testo ora classico.

  • Baldin G.,Hobbes e Galileo. Metodo, materia e scienza del moto, 2017, xxiv-244 p. ill. (Biblioteca di Galilaeana; 6).

    Abstract
    Questo studio analizza la profonda influenza di Galileo sulla filosofia di Hobbes, anche attraverso la mediazione di Mersenne. Del “galileismo” hobbesiano, l’autore mette in luce i molteplici aspetti: metodologici ed epistemologici, ma anche le analogie concettuali e lessicali nel campo della fisica, per giungere a un confronto tra i due autori sul tema della struttura della materia, dal quale emerge una comune concezione meccanicista dell’universo.

  • Zambelli P.,Alexandre Koyré in incognito, 2016, xxii-290 p. (Biblioteca di Galilaeana; 5). Volume realizzato con il contributo della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

    Abstract
    Chi era Alexandre Koyré (1892-1964)? Un filosofo, studioso di Galileo, Cartesio, Newton, seguace della fenomenologia di Husserl? Oppure un terrorista, una spia, la voce dei bolscevichi dopo la Rivoluzione d’Ottobre? Il quadro complesso e sfaccettato che si dispiega in queste pagine dà ragione di tutte le istanze e offre dello scienziato, del filosofo, del testimone del «secolo breve» un nuovo ritratto, che è certo inaspettato, ma non insolito per il Novecento.

  • Favino F., La filosofia naturale di Giovanni Ciampoli, 2015, xviii-366 p. con 4 tavv. f.t. (Biblioteca di Galilaeana; 4). Volume realizzato con il contributo della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

    Abstract
    Giovanni Ciampoli - discepolo di Galileo e segretario di Urbano VIII - è tuttora noto per lo più di riflesso al maestro. Il volume ricostruisce l'attività che egli svolse autonomamente per creare in Curia un vero e proprio partito di chierici e filosofi 'nuovi'. L'analisi della parte sopravvissuta della sua Filosofia naturale - qui edita per la prima volta in versione integrale - ne restituisce un profilo intellettuale originale e a tratti critico nei confronti di Galileo.

  • Celestial Novelties on the Eve of the Scientific Revolution (1540-1630), a cura di D. Tessicini e P.J. Boner, 2013, xvi-284 p. (Biblioteca di Galilaeana; 3)

    Abstract
    Comete, 'nuove stelle' e altri fenomeni imprevedibili, incluse le scoperte telescopiche di Galilei, hanno attirato l'attenzione di storici della scienza, delle idee e della cultura. Le novità celesti della prima modernità costituiscono il tema principale di questo volume, che si propone di far luce sulla loro ricezione e interpretazione nella scienza, nella filosofia naturale, nella medicina, e sul forte impatto che ebbero sulla società europea.

  • Il caso Galileo. Una rilettura storica, filosofica, teologica, Atti del convegno (Firenze 2009), a cura di M. Bucciantini, M. Camerota e F. Giudice, 2011, xiii-520 p., ill. + DVD. (Biblioteca di Galilaeana; 2)

    Abstract
    Il volume contiene le mille sfaccettature di cui si compone la vicenda dei processi e della condanna galileiana, dando voce anche alle tante questioni e ai tanti significati che quella condanna ha avuto nella cultura e nella società europea in età moderna e contemporanea.

  • Camerota F., Linear perspective in the age of Galileo. Ludovico Cigoli’s Prospettiva pratica, 2010, xx-359 p., ill. (Biblioteca di Galilaeana; 1)

    Abstract
    La Prospettiva pratica di Ludovico Cigoli è insieme un’opera di letteratura artistica e uno straordinario documento scientifico del ruolo attribuito alla rappresentazione del mondo visibile nell’ambito delle ricerche galileiane. Composto da uno dei pittori più vicini a Galileo negli anni delle grandi scoperte astronomiche (1610-1613), il trattato illustra temi decisivi per il disegno prospettico, dalle proiezioni ortogonali alla proiezione delle ombre, dalle scene teatrali all’uso degli strumenti meccanici.