• Novità

[inserire alt immagine]Nell’ambito di Horizon 2020 (Programma Quadro dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione relativo al periodo 2014-2020) a dicembre 2020 è stato avviato il progetto europeo di ricerca VAST che vede la partecipazione del Museo Galileo a fianco di altre prestigiose istituzioni europee coordinate dall’Institute of Informatics and Telecommunications presso il National Center for Scientific Research Demokritos (Grecia).

VAST, acronimo per Values Across Space and Time, intende a studiare la trasformazione dei valori morali nello spazio e nel tempo, con particolare enfasi su valori come libertà, democrazia, uguaglianza, tolleranza, dialogo, dignità umana, Stato di diritto, considerati fondamentali per la formazione di comunità sostenibili e per un’armoniosa convivenza tra i cittadini.

VAST è frutto di una collaborazione internazionale tra otto partner di cinque diversi Paesi: National Center for Scientific Research Demokritos (Grecia), Museo Galileo di Firenze (Italia), Università degli Studi di Milano (Italia), National and Kapodistrian University of Athens (Grecia), Universidade NOVA de Lisboa (Portogallo), Fairytale Museum (Cipro), Semantika (Slovenia) e Athens & Epidaurus Festival (Grecia).

Il Museo Galileo partecipa al progetto VAST come erede di una tradizione scientifica di portata europea esemplarmente promossa dai Granduchi di Toscana tra il XVI e il XVIII secolo, ha dichiarato Filippo Camerota, Vice Direttore del Museo Galileo. La centralità del metodo sperimentale di Galileo nel movimento di idee noto come Rivoluzione Scientifica fa del Museo Galileo uno dei luoghi più rappresentativi del cambiamento epocale che mutò radicalmente l’immagine del mondo, ponendo la scienza al centro dei rapporti tra potere politico, società e fede religiosa.