Leonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale

Fin dal Medioevo l’idea di riprodurre con dispositivi meccanici il moto perpetuo delle sfere celesti ha stimolato l’immaginazione di ingegneri e filosofi naturali, che si sono misurati con la sfida di costruire macchine che, una volta azionate, potessero funzionare perennemente senza applicazione di forza. Un nodo fondamentale di questa storia plurisecolare è rappresentato dagli studi nei quali Leonardo cercò di stabilire se fosse davvero possibile realizzare macchine a moto perpetuo. Egli giunse tuttavia alla conclusione che il moto perpetuo non può esistere in natura, anticipando di oltre tre secoli la dimostrazione di quel principio fornita dagli studi di termodinamica di James Clerk Maxwell nella seconda metà del secolo XIX. Oltre a una galleria degli spettacolari disegni vinciani di dispositivi a ciclo perenne e ai modelli tridimensionali di alcuni di quei meccanismi, suggestive simulazioni digitali permetteranno ai visitatori di osservare le soluzioni più ingegnose concepite da Leonardo, seguendo passo passo lo sviluppo dei suoi geniali ragionamenti.

Allestimenti

10.10.2019 – 12.01.2020 Firenze, Museo Galileo