Il cannocchiale di Galileo
Sito web

La questione della priorità dell’invenzione del cannocchiale è antica quanto lo strumento stesso. La prima fonte certa che attesta l'avvenuta invenzione del cannocchiale risale al 1608. La notizia della nuova invenzione si diffuse rapidamente nel resto d’Europa, e già nell’aprile del 1609 piccoli cannocchiali della lunghezza di una trentina di centimetri erano comunemente in vendita, presso le botteghe degli occhialai, a Parigi e presumibilmente a Londra. Galileo (1564-1642) realizzò il suo primo cannocchiale, capace di 3 soli ingrandimenti, nell’estate del 1609. Presto sviluppò un telescopio capace di ben 20 ingrandimenti, cioè di gran lunga più potente di tutti quelli all’epoca circolanti in Europa.

L'applicazione ripercorre la storia del cannocchiale di Galileo e dei suoi sviluppi successivi. Alcuni filmati simulano le scoperte che Galileo fece grazie al suo cannocchiale mentre documenti scaricabili consentono di scoprire come si realizza un telescopio galileiano.