Fuori sede

22 dicembre 2023 - 30 aprile 2024

Roma, Parco Archeologico del Colosseo

La Colonna Traiana

IL RACCONTO DI UN SIMBOLO
A cura di Alfonsina Russo, Federica Rinaldi, Angelica Pujia e Giovanni Di Pasquale.
Organizzata e promossa dal Parco archeologico del Colosseo e dal Museo Galileo.

Il nucleo di questo percorso espositivo è costituito dalla mostra “L’arte di costruire un capolavoro: la Colonna Traiana”, ideata dal Museo Galileo e realizzata in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi nel 2019 (Firenze, Limonaia del Giardino di Boboli), arricchita di nuovi materiali e nuovi contenuti multimediali.

Locandina della mostra
La Colonna di Traiano fu inaugurata il 12 maggio 113 d.C., 1910 anni fa. Opera di complessità inaudita, che testimonia i vertici elevatissimi raggiunti dalla civiltà romana nell’arte del costruire, la Colonna costituì una sfida per l’ingegno umano: l’estrazione di enormi blocchi di marmo dalla cava nelle Alpi Apuane, il trasporto via terra fino al porto di Luni, poi via mare e via fiume fino al cantiere nel Foro di Traiano, infine la lavorazione e posa in opera rappresentano le tappe di un processo ingegneristico e tecnologico ancora oggi fonte di meraviglia.


Discorso delle comete di Mario Guiducci

Nei secoli a seguire, grazie alla sua fortuna e ai numerosi tentativi di disegnarla e riprodurla, la Colonna Traiana divenne un simbolo universale a cui s’ispirarono imperatori, papi e sovrani.

0

metri di fregio

L’allestimento al Colosseo racconta questa funzione simbolica con due registri narrativi: quello più propriamente storico e artistico, con la riproduzione in scala 1:1 di alcune parti del fregio, le cui spire si avvolgono sui pilastri del Colosseo, e quello scientifico-tecnologico, che ricostruisce le fasi dell’estrazione, del trasporto e della lavorazione del marmo, fino all’organizzazione del cantiere all’interno del Foro di Traiano.

Per capire appieno il processo di costruzione della Colonna Traiana, e con esso l’ingegno e la fatica di centinaia di uomini che contribuirono a realizzare questo indiscusso capolavoro, sono esposti i principali strumenti antichi utilizzati per l’estrazione, il trasporto e la messa in opera dei blocchi di marmo, assieme ai modelli ricostruttivi delle macchine da cantiere dell’epoca (gru, torri, ruote), realizzati dal noto scultore Claudio Capotondi. I video realizzati dal Museo Galileo costituiscono un elemento essenziale per una miglior comprensione del funzionamento delle macchine esposte, determinanti per la realizzazione del monumento.

Info

 Roma, Parco Archeologico del Colosseo, secondo ordine

Orario

Tutti i giorni; ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

1 gennaio - 28 febbraio       8:30-16:30

1-30 marzo       8:30-17:30

31 marzo - 30 aprile      8:30-19:15 

Biglietti

Mostra compresa nel biglietto di ingresso al Parco archeologico del Colosseo.

Info

Highlights

Veduta della mostra

In primo piano, a sinistra: rilievo con edificio sepolcrale e gru calcatoria, 100-120 d.C., Città del Vaticano, Musei Vaticani, inv. 9998.

Rilievo con scena di costruzione

II secolo d.C.
Roma, Museo Nazionale Romano, inv. 231008

Sulla destra, il personaggio seduto che impartisce ordini è probabilmente l’imperatore Traiano.

La lizzatura

Modello in scala 1:10
Ideazione e realizzazione di Claudio Capotondi

Il modello ipotizza il metodo utilizzato per la discesa dei blocchi di marmo dalla cava a valle mediante una slitta che scorreva su assi di legno.

Altri

Veduta della mostra

In primo piano, a sinistra: ricostruzione in scala 1:1 di alcuni rocchi della Colonna Traiana; a destra: riproduzioni del fregio esterno.

Sollevamento e posizionamento del capitello sulla sommità della Colonna

Disegno di Claudio Capotondi.

Il carico dei blocchi di marmo su una nave marmoraria nel porto di Luni

Disegno di Claudio Capotondi.

Gru a due sostegni

Modello in scala 1:10
Ideazione e realizzazione di Claudio Capotondi

Con questa macchina venivano sollevati e ribaltati i blocchi di marmo.


Macchina livellatrice

Modello in scala 1:10
Ideazione e realizzazione di Claudio Capotondi

Una grande pietra abrasiva veniva sollevata per mezzo di argani e poi abbassata sul blocco di marmo per livellarne la superficie.


Torre impalcatura (dettaglio)

Modello in scala 1:10
Ideazione e realizzazione di Claudio Capotondi

Il modello ricostruisce la macchina e l’impalcatura che potrebbero essere state utilizzate per il montaggio della Colonna al Foro di Traiano.


Press Kit

Rassegna stampa

Seguici

Follow Us

© 2024 Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza - Piazza dei Giudici 1 · 50122 Firenze · ITALIA - tel. +39 055 265 311