Galileo. Immagini dell’universo dall’antichità al telescopio
Sito web

La mostra propone un affascinante viaggio nello spazio e nel tempo che permette di esplorare la scienza del cielo e l’immaginario astronomico dalle stupefacenti conoscenze degli astri già acquisite dai popoli della Mesopotamia e del delta del Nilo, passando per i contributi delle civiltà greco-romana, araba, del Medioevo cristiano e del Rinascimento. Infine viene presentata la svolta epocale prodotta dalla rivoluzione astronomica, annunciata da Niccolò Copernico, consolidata da Galileo grazie al cannocchiale, e portata a compimento da personaggi straordinari come Kepler, Cartesio e Newton.
Ideata e curata da Paolo Galluzzi, la mostra mette a fuoco la dimensione trasversale della cosmologia, sottolineando le relazioni stabilite nel corso del tempo con le altre espressioni del pensiero così come le risposte che ha offerto alle speranze, alle paure e ai bisogni pratici dell’umanità.

 

Allestimenti

13.03.2009 – 30.08.2009 Firenze, Palazzo Strozzi

 

Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sala introduttiva con l’Atlante Farnese in primo piano, Firenze, Palazzo Strozzi
Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sezione V, L’evangelizzazione del cosmo: in primo piano lo splendido arazzo “I moti dell’universo” (1450-1500), Firenze, Palazzo Strozzi
Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sala espositiva, Firenze, Palazzo Strozzi
Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sala espositiva, Firenze, Palazzo Strozzi
Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sala espositiva, Firenze, Palazzo Strozzi
Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sezione VII, dedicata alle scoperte galileiane, Firenze, Palazzo Strozzi
Galileo, immagini dell'Universo dall'antichità al telescopio. Sala espositiva, Firenze, Palazzo Strozzi
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider